L’Associazione Thyroid Nodule Therapies TNT lancia la campagna #Salvalatuatiroide

24 ottobre 2022

In Italia vengono eseguiti annualmente oltre 40.000 interventi chirurgici di asportazione totale della tiroide, per l’80% dei casi su donne, ma solo nel 2% dei casi è stata salvata la parte sana della ghiandola.

Con la campagna #Salvalatuatiroide, ideata e sostenuta in Italia dall’Associazione Thyroid Nodule Therapies, si vuole portare a conoscenza dei cittadini che esiste un approccio innovativo e mininvasivo alla cura delle patologie nodulari tiroidee, evitando modalità di intervento demolitivo oggi superabili in molti casi grazie a tecnologie avanzate quali l’ablazione con radiofrequenza (RFA) oppure, a seconda delle situazioni, con microonde (MWA) o con altre tecnologie correlate (laser [LA], ultrasuoni focalizzati [HIFU]).

Gran parte dei noduli benigni, ma anche i microcarcinomi papillari, che comprendono la maggioranza delle diagnosi maligne, potrebbero oggi venir eliminati attraverso la “termoablazione” con RFA o tecnologie correlate, interventi ambulatoriali effettuati sotto la guida ecografica che non necessitano di incisioni chirurgiche.

I vantaggi per il paziente degli approcci termoablativi ecoguidati minimamente invasivi, in particolare RFA e MWA, nei confronti della chirurgia classica sono molteplici:

  • assenza di cicatrici,
  • conservazione della tiroide normale non nodulare,
  • preservazione del normale funzionamento della tiroide,
  • nessuna necessità per il paziente di assumere terapia con ormoni tiroidei,
  • effetti collaterali minimi,
  • nessuna intubazione per l’anestesia generale,
  • nessun tubo di drenaggio,
  • nessun ricovero ospedaliero,
  • recupero molto più veloce alle attività quotidiane.

Tali vantaggi, a fronte di una equivalenza terapeutica con l’intervento tradizionale, si traducono sostanzialmente in un sensibile miglioramento della qualità della vita del paziente (17, 18).  L’impegno dell’Associazione TNT e del suo Presidente, Roberto Valcavi, con la campagna #Salvalatuatiroide è portare alla conoscenza dei cittadini l’esistenza di queste nuove opzioni mini-invasive e stimolare il confronto con la comunità scientifica sui benefici che tale approccio comporta.

Cosa sono i noduli tiroidei e le terapie disponibili

Il nodulo tiroideo, cioè una lesione della tiroide distinta dal tessuto normale, è di comune riscontro. Mentre studi condotti negli anni ’70 basati sull’ispezione e sulla palpazione avevano riportato una prevalenza del nodulo tiroideo dal 3 al 7% sul totale della popolazione (1), l’introduzione più recente della ecografia ha rivelato che la percentuale dei noduli tiroidei è in realtà assai superiore, variabile da un minimo del 20% ed un massimo del 76% della popolazione generale (2-5). E ‘interessante notare che il nodulo tiroideo di riscontro ecografico ha una prevalenza simile a quella descritta da studi autoptici degli anni ’50, e cioè che il numero dei noduli riscontrati con ecografia corrisponde a quello rilevabile con esame del tessuto della ghiandola (6).

Non solo: si è rilevato che i pazienti con un nodulo tiroideo palpabile sottoposti ad ecografia presentano una percentuale di noduli aggiuntivi compresa tra il 20 e il 48% (3).
I noduli tiroidei sono più comuni nelle persone anziane, nelle donne, nei soggetti provenienti da aree geografiche carenti di iodio e in coloro che hanno una storia di esposizione alle radiazioni ionizzanti (3).

Va infine considerato che i noduli tiroidei vengono spesso individuati nel corso di esami del collo svolti grazie a vari sistemi diagnostici per immagine quali esami doppler delle carotidi, TAC, Risonanza Magnetica e PET, eseguiti per motivi non correlati a malattie della tiroide (7-9).

Così, l’uso diffuso di tecniche di imaging ha mostrato l’esistenza di una vera e propria epidemia di noduli tiroidei non palpabili, a volte ai limiti inferiori anche del rilevamento ecografico (10).

Ne consegue che un numero crescente di noduli tiroidei asintomatici è sottoposto ad ulteriori approfondimenti, i quali determinano un crescente aumento delle diagnosi dei tumori tiroidei ed in particolare dei microcarcinomi papillari tiroidei (MPTC) (11, 12). In conseguenza, il ricorso all’intervento chirurgico di asportazione della tiroide è aumentato enormemente: nel 2016 sono stati eseguiti in Italia circa 40.000 interventi chirurgici di asportazione totale della tiroide, per l’80% dei casi su donne, ma solo nel 2% dei casi è stata salvata la parte sana della ghiandola (13).

Nel caso di piccole lesioni maligne della tiroide generalmente prive di aggressività (MPTC), viene essere raccomandato di non effettuare alcun intervento quanto piuttosto di monitorare il/la paziente (14). Questo concetto di “active surveillance” (sorveglianza attiva) in realtà è respinto dalla maggior parte dei pazienti che, una volta diagnosticato il carcinoma, preferisce sottoporsi all’intervento chirurgico che viene loro offerto dalla maggior parte degli specialisti che seguono le linee guida più consolidate (15).

Secondo recentissime linee guida internazionali alla stesura delle quali la TNT Association ha collaborato, l’alternativa all’intervento chirurgico e alla semplice sorveglianza è rappresentata dalle terapie ablative che offrono una soluzione al problema evitando l’intervento chirurgico di asportazione parziale o totale della ghiandola e salvando così la tiroide (16).

Riferimenti bibliografici

  • Tunbridge WM, Evered DC, Hall R, et al. The spectrum of thyroid disease in community: the Whickham survey. Clin Endocrinol (Oxf). 1977;7:481-493.
  • Gharib H, Papini E, Garber JR, Duick DS, Harrell MR, Hegedüs L, Paschke R, Valcavi R, Vitti P. AACE-AME-ETA Guidelines For Clinical Practice For The Diagnosis And Management Of Thyroid Nodules – 2016 Update. Endocr Pract 2016;22 (Suppl 1):1-60
  • Dean DS, Gharib H. Epidemiology of thyroid nodules. Best Pract Res Clin Endocrinol Metab. 2008;22:901-911
  • Reiners C, Wegscheider K, Schicha H, et al. Prevalence of thyroid disorders in the working population of Germany: ultrasonography screening in 96,278 unselected employees. Thyroid. 2004;14:926-932.
  • Guth S, Theune U, Aberle J, Galach A, Bamberger CM. Very high prevalence of thyroid nodules detected by high frequency (13 MHz) ultrasound examination. Eur J Clin Invest. 2009;39:699-706
  • Mortensen JD, Woolner LB, Bennett WA. Gross and microscopic findings in clinically normal thyroid glands. J Clin Endocrinol Metab. 1955;15:1270-1280.
  • Tan GH, Gharib H. Thyroid incidentalomas: management approaches to nonpalpable nodules discovered incidentally on thyroid imaging. Ann Intern Med. 1997;126:226-231.
  • Kang BJ, O JH, Baik JH, Jung SL, Park YH, Chung SK. Incidental thyroid uptake on F-18 FDG PET/CT: correlation with ultrasonography and pathology. Ann Nucl Med. 2009;23:729-737.
  • Steele SR, Martin MJ, Mullenix PS, Azarow KS, Andersen CA. The significance of incidental thyroid abnormalities identified during carotid duplex ultrasonography. Arch Surg.  2005;140:981-985.
  •  Jin J, McHenry CR. Thyroid incidentaloma. Best Pract Res Clin Endocrinol Metab.  2012;26:83-96.
  • Davies L, Welch HG. Increasing incidence of thyroid cancer in the United States, 1973-2002. JAMA. 2006;295:2164-2167.
  • Zevallos JP, Hartman CM, Kramer JR, Sturgis EM, Chiao EY. Increased thyroid cancer incidence corresponds to increased use of thyroid ultrasound and fine needle aspiration: a study of the Veterans Affairs health care system. Cancer. 2015;121:741-746.
  • (13) Ito Y, Uruno T, Nakano K, et al. An observation trial without surgical treatment in patients with papillary microcarcinoma of the thyroid. Thyroid. 2003;13:381-387
  • (14) 2015 American Thyroid Association Management Guidelines for Adult Patients with Thyroid Nodules and Differentiated Thyroid Cancer The American Thyroid Association Guidelines Task Force on Thyroid Nodules and Differentiated Thyroid Cancer. Haugen BR, Alexander EK, Bible KC, Doherty GM, Mandel SJ, Nikiforov YE, Pacini F, Randolph GW, Sawka AM, Schlumberger M, Schuff KG, Sherman SI, Sosa JA, Steward DL, Tuttle MR, Wartofsky L. Thyroid 2016;26:1-133.
  • (15) Orloff LA, Noel JE, Stack BC Jr, Russell MD, Angelos P, Baek JH, Brumund KT, Chiang F-Y, Cunnane MB, Davies L, Frasoldati A, Feng AG, Hegedüs L, Iwata AJ, Kandil E, Kuo J, Lombardi CP, Lupo M, Maia AL, McIver B, Na DG, Novizio R, Papini E, Patel KN, Rangel L, Russell JO, Shin J, Shindo M, Shonka DC Jr, Karcioglu AS, Sinclair C, SingerM, Spiezia S, | Steck JH, Steward D, Tae K, Tolley N, Valcavi R, Tufano RP, Tuttle RM, Volpi E, Wu CW, Ahmed AAH, Randolph GW. Radiofrequency ablation and related ultrasound-guided ablation technologies for treatment of benign and malignant thyroid disease: An international multidisciplinary consensus statement of the American Head and Neck Society Endocrine Surgery Section with the Asia Pacific Society of Thyroid Surgery, Associazione Medici Endocrinologi, British Association of Endocrine and Thyroid Surgeons, European Thyroid Association, Italian Society of Endocrine Surgery Units, Korean Society of Thyroid Radiology, Latin American Thyroid Society, and Thyroid Nodules Therapies Association. Head & Neck. 2022;3:1–28.
  • Valcavi R, Tsamatropoulos P. Health-Related Quality of Life after Percutaneous Radiofrequency Ablation of Cold, Solid, Benign Thyroid Nodules: a 2 Year Follow-up Study in 40 Patients. Endocr Pract. 2015 Aug;21:887-96.
  • Mark A Lupo. Radiofrequency Ablation for Benign Thyroid Nodules-A Look Towards the Future of Interventional Thyroidology. Endocr Pract. 2015 Aug;21:972-4.
Shopping cart